Vacanze alla pari all’estero (o anche no) low cost!

sign-429419_640

Le vacanze estive sono lontane, è vero. Però, come ci ricorda il consiglio n. 5 tratto da Glamour UK, il massimo della felicità che deriva dalle vacanze, in realtà, è nella fase di progettazione.

Vedi: https://greenteaforbreakfast.wordpress.com/2015/03/09/your-happiness-calendar-tradotto-da-glamour-uk-february-2015/

Pianifichiamo dunque un viaggio originale e una vera esperienza di vita low cost!

Partirò dalla mia preferita: WORKAWAY.

Si tratta di un sito di scambio di domanda/offerta di lavoro ‘alla pari’.

In cambio cioè, di vitto e alloggio, gli workawayers, forniscono una prestazione che va dal baby-sitting, al servizio clienti, all’insegnamento della propria lingua madre ecc.

L’orario di lavoro, solitamente, è di poche ore giornaliere (3/4) e spesso si ha anche weekend libero.

Avendo io stessa utilizzato questo servizio, posso garantire che è stato davvero fantastico alloggiare presso una famiglia, nel mio caso in Inghilterra, con il compito di insegnare la mia lingua madre e riuscire così ad esercitarmi a mia volta nell’inglese!

Inoltre, di solito, le famiglie o strutture ospitanti sono molto attive e disponibili nel proporre escursioni e attività interessanti anche per i ‘volontari’: il risultato è un bellissimo viaggio pagando esclusivamente il volo di andata e ritorno!

Tra le proposte di Workaway, vi sono anche, per gli amanti della natura, degli animali e delle attività agricole, una serie di offerte di lavoro presso fattorie o imprese affini.

Per questo però, il sito maggiormente indicato, si chiama: WWOOF (World-Wide Opportunities on Organic Farms), specializzato nei lavori agricoli, è nato in Inghilterra nel 1971 ed è un punto di riferimento per volontari e aziende del settore.

Infine, per chi è adattabile ma nello stesso tempo non vuole ‘lavorare’ in vacanza, consiglio AVVENTURE NEL MONDO. Agenzia viaggi on line, decisamente sui generis, che propone viaggi nei cinque continenti, di gruppo e non.

Perché il risparmio sia davvero consistente, la soluzione migliore è quella dei viaggi di gruppo. Guidati da un leader che conosce bene destinazione e percorso, perché li ha già sperimentati più di una volta, i partecipanti spesso non si conoscono e sono chiamati, di tappa in tappa, a decidere dove alloggiare per la notte (anche nei campeggi), dove cenare e quanto spendere in base alla cassa comune predisposta ad inizio ‘avventura’.

Quindi, se si vuole spendere poco, approfondire una lingua straniera e conoscere nuove persone, queste sono alcune proposte interessanti!

Annunci

11 marzo – consiglio n.11

foto (2)

11th RIFAI IL LETTO

‘L’ordine esteriore crea calma interiore’, dice Gretchen Rubin, autore di ‘Happier At Home’. ‘Avere il controllo sulle piccole cose nella nostra vita ci fa sentire di avere il controllo anche su tutto il resto’.